Che cos’è la filosofia?

  • Che cos’è la filosofia?

Per rispondere a questa domanda dovrei insegnartela.

  • E non puoi?

Non è così semplice. La filosofia è qualcosa che si può solo fare o  non fare, non imparare o insegnare.

  • Facciamola, allora! Ma, prima di farla, spiegami di che si tratta, affinché possa decidere se mi interessa fare filosofia o meno.

Ma, spiegarti di che si tratta sarebbe, ancora una volta, insegnartela, non ti pare?

  • E come ne usciamo?

Forse solo facendo filosofia, a poco a poco, puoi comprendere di che cosa si tratti.

In generale, presentare una disciplina è meno facile di quello che sembra. Nel caso della filosofia la cosa è resa ancora più difficile da tre circostanze:

  1. non si tratta di una “materia” che si possa imparare, ma qualcosa che occorre fare per intenderla;
  2. anche se volessimo dribblare questo problema, attingendo alla “storia” della filosofia, ossia studiando i modi concreti nei quali i filosofi del passato hanno operato, ci scontreremmo davanti alla seguente difficoltà: pressoché ogni filosofo che la storia ricordi ha offerto una propria, distinta, nozione di filosofia;
  3. anche se decidessimo di optare per una determinata nozione di filosofia, ad esempio quella che risulta dagli scritti di Platone o Aristotele, considerandola paradigmatica, ci scontreremmo davanti al problema di intendere quello che costoro hanno scritto.

A questi specifici problemi possiamo aggiungere un problema più generale, che riguarda la presentazione di qualsiasi disciplina (anche p.e. della fisica teorica) e non solo della filosofia.

Si dovrebbe dichiarare quellscimmia-con-teschioo che ci si deve attendere, anche per consentire di capire se la tale disciplina interesserà o sarà utile. Il paradosso qui è il seguente: per mettere una persona perfettamente in chiaro su che cosa sia una certa cosa  si dovrebbe, per l’appunto, insegnargliela. Ma, a quel punto, per questa persona sarebbe troppo tardi per decidere di non impararla! Il presupposto dell’insegnamento è che chi impara non sappia ancora ciò che deve imparare, altrimenti non avrebbe bisogno di farlo.

Comprendi, dunque, la difficoltà in cui mi trovo nel rispondere alla domanda “Che cos’è la filosofia?”.

Innanzitutto, dunque, puoi consultare la sezione dedicata alla STORIA del pensiero. Non vi si restituiscono tanto i pensieri dei filosofi del passato, mission impossible per la difficoltà che abbiamo di intenderne gli scritti, ma si coglie l’occasione della meditazione dei loro scritti per fare filosofia o, per meglio dire, per suscitare nel lettore il desiderio di praticarla.

In secondo luogo puoi leggere, nella sezione del sito dedicata alla TEORIA , quello che sto iniziando, timidamente, ad abbozzare, con tutta una serie di limiti e di avvertenze autocritiche, come mia (e non solo mia) proposta filosofica.